Sviluppo della Congregazione

Nel 1789 la Congregazione delle Suore della Carità di Nevers contava 140 case. Con la Rivoluzione tutte le comunità scompaiono … All’inizio del XIX secolo la Congregazione si ricostituisce e conosce un nuovo slancio.

Nel 1866, quando Bernadette Soubirous entra nella Congregazione, le suore sono distribuite in 260 comunità delle quali alcune animano e gestiscono importanti istituti scolastici o ospedali.

Nel 1902-1904 le leggi laiche della Repubblica francese sono votate e le suore sono espulse dalle scuole.
La Congregazione manda alcune suore a fondare case all’estero: Belgio (1902), Spagna e Italia (1903). Inghilterra (1904), Svizzera (1907).

Dopo la guerra del 1914 nuove fondazioni in Giappone (1921) e in Tunisia (1925).

Dopo la seconda guerra, le suore sono invitate in Irlanda (1950), in Costa d’Avorio (1957). In ascolto dei paesi del terzo mondo, dove la povertà è grave, ci sono nuove fondazioni: in Cile (1972), in Guadalupa (1979), in Tailandia (1979), in Bolivia (1994).
Più recenti nella Corea del Sud (1999) e in Polonia (2012).

Oggi ci sono ancora persone senza fissa dimore, senza tetto, senza lavoro, analfabeti, emigrati … La Congregazione continua la sua missione soprattutto assicurando una presenza nelle varie Associazioni specifiche.