Il periodo delle Apparizioni

L’11 febbraio 1858, Bernadette Soubirous, a quattordici anni, esce dal Cachot con sua sorella e un’amica per andare in cerca di legno secco sulla riva del Gave, a Massabielle. Bisognava riscaldarsi.

Tutto incomincia con il rumore del vento tra i pioppi … Nel cavo della roccia Bernadette scorge una “Signora vestita in bianco” : ”Credevo di sbagliarmi. Mi sfregavo gli occhi … Guardai ancora e vidi sempre la stessa Signora.”

“Volete farmi la grazia di venire qui per quindici giorni “

La Vergine Maria viene così ad incontrarla diciotto volte tra febbraio e luglio.

Non rivelerà il suo nome che il 25 marzo. Ѐ la sedicesima apparizione. Gli altri incontri sono per la maggior parte silenziosi …

La terza volta, il 18 febbraio, Bernadette ode le prime parole della Signora : “Volete farmi la grazia di venire qui per quindici giorni

Il 24 e 25 febbraio, a metà dei quindici giorni, Bernadette riceve un messaggio “Pregate per i peccatori” e la Signora le chiede di “andar a bere e lavarsi alla fontana ” … Dopo aver grattato la terra fangosa in fondo alla Grotta, Bernadette scopre una sorgente.

Il 2 marzo Bernadette riceve dalla Signora una doppia missione: “Andate a dire ai sacerdoti che si venga qui in processione e che si costruisca qui una cappella”

“Mi guardava come una persona che guarda un’altra persona”

Attraverso questi incontri sorprendenti, Bernadette Soubirous comprende, grazie a Maria, che Dio si interessa di lei, che si fa prossimo dei più poveri, coloro che il mondo emargina e ignora.

Durante tutto questo periodo Bernadette non si lascia intimidire né da chi la interroga, né dalla folla. Rimane semplice e vivace.
“Sono incaricata di dirvelo, non di farvelo credere”

Sarà in seguito accolta all’ospizio di Lourdes, tenuto dalle Suore della Carità di Nevers. Sarà per lei il momento di riflettere su ciò che vuole fare della sua vita.